I AM Machina - il blog

Il blog dell'Istituto Tecnico Superiore Machina Lonati di Brescia

Un bel sorriso e via: il post sfilata di Job&Orienta

Per ITS Machina Lonati, la prima giornata del Job&Orienta a verona è sempre la più “impegnativa” ed è anche quella della sfilata piu importante!

Oltre che dover presenziare e organizzare la logistica allo stand dell’ITS, del MIUR e della Regione Lombardia, l’ateneo deve anche gestire la sfilata!

Durante la prima giornata, infatti, la nostra scuola si presenta agli studenti presenti al salone anche attraverso una passerella degli abiti pensati e realizzati dai ragazzi dei corsi di “Stilista Tecnologico” e “Accessori per la Moda”.

Le sfilate che abbiamo dovuto gestire giovedì 29 novembre sono state quattro: alle 12, alle 13,40, alle 14,30 e alle 15,20. Un veloce susseguirsi di modelle, abiti e cambi di scena.

E le modelle chi erano? Le nostre indossatrici sono tutte studentesse dell’istituto! Chi meglio delle stiliste e delle loro compagne può valorizzare gli abiti che da sole hanno creato?

Alle 10 in punto le nostre ragazze erano già nei camerini a prepararsi e fino all’inizio della prima sfilata, è stato una e propria frenetica corsa contro il tempo!

È stato bello vedere tutte loro cooperare: chi si occupava del trucco, chi del parrucco, chi aiutava a sistemare i vestiti e chi invece organizzava l’uscita delle modelle.

Una frenetica corsa contro il tempo che quindi si è trasformata poi in uno spettacolo apprezzato da tutto il pubblico.

Le collezioni in sfilata erano due, New York e Bauhaus, delle quali abbiamo già parlato nel nostro blog (se non avete letto l’articolo vi consiglio di darci un occhiata).

E cosa penseranno, o meglio, che cosa avranno da dire le nostre “modelle per un giorno”?

Ho posto qualche domanda alle dirette interessate, e tra queste mi sono preoccupata di sapere che emozioni hanno provato a dover sfilare davanti ad un pubblico, in quanto per molte era la prima volta.

“Come già sai, è un’esperienza nuova per me e per molte di noi.
La cosa più emozionante è sapere che nel momento in cui sfili non stai rappresentando te o la tua persona, ma prima di tutto la tua scuola, e quindi ti senti come invasa da una responsabilità, una bella responsabilità..”.

“Il momento emotivamente più difficile è l’uscita e vedere il pubblico e i fotografi lì, davanti a te, che non aspettano altro che vederti”.

Ma alla fine “un bel sorriso e via..” – come mi ha detto una delle ragazze – “… in pochi secondo ti ritrovi di nuovo nel camerino e la prima cosa che pensi è che vorresti uscire in passerella di nuovo.

Il tutto si è ripetuto, come detto prima, in quattro sfilate diverse; ma nell’ultima, durante il carosello finale, in uscita con le modelle, siamo stati invitati anche noi, ragazzi della comunicazione, della logistica e dell’organizzazione!

Sfiniti, ma soddisfatti, ci siamo tutti presi i nostri meritati applausi.

Presto usciranno tutti gli scatti e i video di quello che vi ho raccontato quindi rimanete sintonizzati per non perdervi nulla!

Irene Perobelli
II Anno del percorso di Marketing e Comunicazione per le Imprese di Moda

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2018 I AM Machina – il blog

Theme by Anders Norén