I AM Machina - il blog

Il blog dell'Istituto Tecnico Superiore Machina Lonati di Brescia

Willy Rizzo: la Mode Pure

Rue de Verneuil, Parigi.
Lungo la riva della Senna si è appena conclusa la mostra “De 1947 à nos jours” del fotografo e designer italo-svizzero, Willy Rizzo.

Ma chi è Willy Rizzo?

Nato a Napoli nel 1928, e poco dopo trasferitosi in Francia, Willy Rizzo è stato uno dei fotografi più famosi degli anni ‘50/’60.

Si dedicò, successivamente, al design di arredamento, per poi ritornare, negli anni ’80, al suo primo grande amore, la fotografia.

Muore a Parigi nel 2013, all’età di 84 anni.

La mostra, finalmente ospitata nel suo studio lungo il fiume parigino e durata poco più di un mese (18 maggio – 28 luglio 2018), racconta la sua carriera fotografica nella moda.

La fotografia è stata una parte integrante della sua vita, ma la passione per la moda è venuta in un secondo momento.

Agli inizi della su carriera, Rizzo, infatti, lavorava come fotografo per la rivista “France Dimanche”, dove il suo compito era di raccontare la vita privata delle celebrità. Uno dei suoi più grandi lavori di questo periodo, per l’appunto, fu il Festival del Cinema a Cannes.

Attratto dagli Stati Uniti, vi si trasferì per un periodo e, lì, riuscì a scattare servizi esclusivi con alcune leggende di Hollywood, come Audrey Hepburn, Marilyn Monroe e Salvador Dalì.

Tornato in Francia dopo la seconda guerra mondiale, venne assunto dalla rivista “Paris Match”, che gli permise di avvicinarsi al mondo dalla moda.

Sul suo sito è presente un’intervista dove lui stesso spiega il perché scelse la moda: “Ho lavorato molto in questo campo che mi appassionava. Per me è la disciplina più difficile. Offre a chi ci si dedica, un campo di ricerca e d’invenzione inesauribile. Con il solo decoro di un fondo bianco o grigio, con una Nikon o una Hasselblad, con la luce del giorno o quella elettrica. In più occorre della magia per trasformare una modella elegante, ma materiale, in una creatura da sogno.

Rizzo aveva una visione della moda tutta sua, proprio come raccontato in questo estratto, e la sua carriera in questo campo non è altro che un vero e proprio viaggio alla ricerca e alla scoperta della sua passione.

Marta Grignani
I anno del percorso di Marketing e Comunicazione per le Imprese di Moda

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2018 I AM Machina – il blog

Theme by Anders Norén